Check In
Check Out
Camere
Adulti
Bambini
Cod. Speciale
  • Home
  • Experience Pesca

Experience pesca tradizionale

Una delle pratiche di pesca più antiche è sicuramente la caccia al pesce spada nello Stretto di Messina.

Ancora oggi, i pescatori si avvalgono delle tecniche tradizionali di pesca, praticando, infine, gli originari rituali legati a questa esperienza; è per questo motivo che assistere in prima persona alla cattura del pesce spada a bordo della "Feluca", la tipica imbarcazione, è un’emozione molto forte.

Programma:

  • Imbarco al mattino presto, intorno alle 07:00 dal porto di Scilla. La caccia al pesce spada avviene a bordo di uno speciale natante, il “Passerella”, lungo circa 25-30 metri e caratterizzato da un alto albero di avvistamento. Bisogna sapere, però, che come in qualsiasi attività di caccia, non sempre viene garantita la cattura della "preda"; a volte, capita di non pescare nulla per diversi giorni
  • Sbarco verso le 12:30 e pranzo presso locale tipico di Chianalea
  • Nel pomeriggio, visita guidata al famoso e caratteristico quartiere di Chianalea, soprannominata “la piccola Venezia del Sud”. Qui gli abitanti vivono ancora dell’attività della pesca, con le barche ormeggiate nel porto situato tra Chianalea e Marina Grande.
  • Da Chianalea, si prosegue fino ad arrivare ai piedi del Castello Ruffo, situato in posizione dominante sul Promontorio Scillèo, che divide le due spiagge di Marina Grande e di Chianalea.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
NOTA è consigliato portare con sè crema solare ad alta protezione, occhiali da sole, cappellino, acqua. Gruppo min. 2 - max. 5 persone. Il costo del pranzo non è incluso nel tour (variabile in base al consumo).

Miti e Leggende

Numerose sono le leggende che hanno come protagonista il pesce spada. Se ne ha riscontro già nella mitologia greca; si narra, infatti, che i guerrieri di Achille, i Mirmidoni, dopo la sua morte decisero di annegare: la dea Tetide scelse allora di trasformarli per l'eternità in pesci provvisti di una lunga spada, come rappresentazione della loro origine guerriera.

Curiosità

Uno strano ed alquanto particolare comportamento sembra essere quello che lega il destino del pesce spada maschio a quello della sua compagna.
Una volta che quest'ultima viene arpionata, il maschio continua a nuotarle accanto per cercare di salvarla finendo però, alla fine, anch'esso tra i ferri dei fiocinatori che, essendo al corrente di questa abitudine, la sfruttano al meglio nelle loro strategie di pesca.

Nel momento in cui il pesce spada viene catturato e portato sull'imbarcazione, i pescatori praticano sull'animale l'antichissimo rituale della “cardata ra cruci”, atto in cui, con le unghie della mano, incidono un rombo sulla guancia destra come segno di prosperità della pesca

Siamo lieti di aver contribuito attivamente alla ricerca fondi sulle malattie rare dei bambini sostenuta dall'associazione Action for A-T Charity ed essere stati annoverati tra gli alberghi con riconoscimento di eccellenza "Spirito Filantropico".
 
 
BOOK NOW
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok